Lavoro

Chiesa: “Tribunale, per spendere meno si spenderà di più”

     Chiesa: “Tribunale, per spendere meno si spenderà di più”

 

 

“Il classico taglio che per spendere meno si spenderà di più”. Questo il giudizio del consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Viva) appena ha appreso la notizia che il ministro della Giustizia Severino ha deciso di sopprimere il Tribunale di Chiavari.

 

“Spenderà di più lo Stato per reperire i locali – afferma Chiesa – destinati ad ospitare gli attuali uffici giudiziari; spenderanno di più i cittadini del Tigullio costretti ad <emigrare altrove>; spenderanno di più avvocati e personale interessato; in compenso sarà penalizzata l’economia del Tigullio”.

 

Il consigliere Chiesa “chiosa” su un’ultima domanda al Governo e al ministro Severino: “Da chi devono andare i cittadini italiani per farsi rimborsare i 14milioni di euro spesi per costruire il nuovo tribunale di Chiavari?”

 

Chiesa auspica infine che i parlamentari liguri al momento del voto in aula, coerentemente con quanto dichiarato, esprimano il loro voto contrario.

 

 

Genova, 6 giugno 2012

Chiesa: “Apprezzamento per il voto dei lavoratori di Riva Trigoso, ancora una volta emerge la serietà e la determinazione delle maestranze nel salvaguardare il posto di lavoro”

Il consigliere regionale Ezio Chiesa (Gruppo Misto Liguria Viva) prende atto con soddisfazione delle scelte assunte stamane dai lavoratori di Fincantieri, riuniti in assemblea, la sottoscrizione del verbale permette di garantire l’occupazione e dare prospettiva futura per lo stabilimento di Riva Trigoso.

“Ancora una volta il voto espresso a Riva Trigoso – conclude Chiesa – dimostra la non chiusura dei lavoratori di fronte a processi che in parte possono richiedere sacrifici, ma dall’altra rilanciano le prospettive di uno stabilimento che solo pochi mesi fa sembrava destinato alla chiusura”.

Bisogna continuare l’impegno affinché anche la direzione del Militare che occupa circa 600 dipendenti venga riconfermata a Genova come opportunamente è previsto nel “Piano Basilico del 1984”.

Genova 5 ottobre 2011