25 novembre 2011

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO: TRA PD E LIGURIA VIVA

Stamani si sono incontrate le delegazioni regionali del Partito Democratico, con il segretario Lorenzo Basso, e di Liguria Viva, guidata da Ezio Chiesa, per valutare possibili intese in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno.

 

E stato convenuto che non ci sono pregiudiziali politiche generali  tra il Pd e il movimento civico di Liguria Viva, pur senza nasconderci le difficoltà dovute ad episodi e scelte del passato. 

 

Al tempo stesso viene ribadito il concetto che  sono titolati a raggiungere  eventuali accordi  gli organismi  del Pd e di Liguria Viva  rappresentativi dei territori, nella loro piena autonomia.

 

Si auspica dunque che i responsabili locali procedano a definire rapidamente un calendario di incontri.

 

Genova, 25 novembre 2011

Chiesa: “Una legge per impedire l’infrazione dei balneari”

 Chiesa: “Tigullio, garantire l’apertura degli stabilimenti colpititi dalla mareggiata”

 

Il consigliere Ezio Chiesa (Liguria Viva) insieme agli altri capigruppo presenti in consiglio regionale ha ricevuto stamane in via Fieschi una folta delegazione di balneari preoccupati delle conseguenze del provvedimento emesso dalla Commissione europea.

 

Il parlamento di Strasburgo ha avviato una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia, a cui ha contestato un atteggiamento discriminatorio ed ha chiesto di adeguare Il procedimento di rilascio e rinnovo di concessioni demaniali ad uso turistico ricreativo al principio di libertà di stabilimento.

 

“Durante l’incontro è stato deciso – afferma Chiesa – di predisporre un ordine del giorno che ha visto l’adesione dei gruppi rappresentati in consiglio regionale,   al fine di sollecitare il presidente della giunta Burlando ad assumere le necessarie iniziative, sia in sede di Conferenza Stato – Regioni che in forma autonoma, nei confronti del Governo e della Unione europea”

 

E’ stati inoltre ritenuto opportuno convocare urgentemente i parlamentari europei eletti nella circoscrizione Nord – Ovest affinché siano coinvolti sulle iniziative in atto.

 

Nella nostra regione gli stabilimenti balneari – continua Chiesa sono generalmente gestiti a conduzione familiare con l’ausilio di alcuni dipendenti e rappresentano una peculiarità che deve essere difesa e salvaguardata”.

 

Nei mesi scorsi la Camera dei Deputati  aveva già approvato il testo di legge  che permette di eliminare ogni rischio di prosecuzione della procedura d’infrazione confermando la proroga sino al 2015. Ora tocca al Senato approvare il provvedimento.

 

“A rischio numerosi posti di lavoro – conclude Chiesa – in un momento particolarmente difficile, dove i balneari, oltre le norme europee devono fare anche i conti con la crisi in atto e in alcuni casi con i danni causati dalle mareggiate”

 

Chiesa ha posto l’attenzione su quanto accaduto nelle settimane scorse, soprattutto lungo il litorale di Lavagna, dove una violenta mareggiata ha distrutto diversi stabilimenti balneari; alcune di queste infrastrutture sono di proprietà del demanio: “Beni incamerati”.

 

“Nei normali rapporti tra proprietari e inquilini  – conclude Chiesa –  di fronte a episodi del genere, a farsi carico dei lavori straordinari spetta al locatore; bisogna provvedere al fine di garantire la ripresa dell’attività per la prossima stagione balneare”.

 

Genova, 22 novembre 2011

Domani consiglio regionale: gli argomenti all’odg

Consiglio regionale–Assemblea legislativa della Liguria
Martedì 22 novembre 2011, alle ore 10
Aula consiliare, piano N1 del Consiglio regionale
Via D’Annunzio, Genova
Ordine del giorno:

Interrogazione con risposta scritta di Raffaella Della Bianca sulla vendita dell’Aeroporto di Genova.

Interrogazione con risposta immediata di Aldo Siri e Lorenzo Pellerano sulle allarmanti notizie di gravi anomalie riscontrate su alcuni reattori nucleari francesi.

Interrogazione con risposta immediata di Sergio Scibilia sull’incidente nucleare nella città di Marcoule (Gard) Francia.

Interrogazione con risposta immediata di Roberto Bagnasco, Matteo Rosso, Gino Garibaldi e Franco Rocca sul parziale utilizzo del reparto dialisi dell’Ospedale di Rapallo.

Interrogazione con risposta immediata di Armando Ezio Capurro sull’ex Ospedale e sulla piastra ambulatoriale di Santa Margherita Ligure.

Interrogazione con risposta immediata di Stefano Quaini, Nicolò Scialfa e Maruska Piredda sull’abbattimento dei tempi di attesa per le prestazioni sanitarie

Interrogazione con risposta immediata di Marco Melgrati, Roberta Gasco, Matteo Rosso, Roberto Bagnasco, Raffaella Della Bianca, Gino Garibaldi, Luigi Morgillo, Franco Rocca, Alessio Saso e Marco Scajola sulla chiusura del Pronto soccorso di Albenga e Cairo Montenotte.

Interrogazione con risposta immediata di Matteo Rosso, Roberto Bagnasco e Gino Garibaldi sullo smaltimento del materiale radiografico ospedaliero.

Interrogazione con risposta immediata di Alessio Cavarra sulla sanità spezzina.

Interrogazione con risposta immediata di Lorenzo Pellerano e Aldo Siri sul potenziamento del trasporto ferroviario merci nel porto di Genova.

Interrogazione con risposta immediata di Gino Garibaldi, Matteo Rosso, Marco Melgrati e Roberta Gasco sulla paventata abolizione del servizio di Guardia medica nei comuni di Urbe (Savona) e Tiglieto (Genova).

Interrogazione con risposta immediata di Aldo Siri sull’abolizione della guardia medica nel comune di Urbe (Savona).

Interrogazione con risposta immediata di Marco Melgrati sulla ventilata soppressione del servizio di guardia medica nei comuni di Urbe e Tiglieto (Genova).

Interrogazione con risposta immediata di Giancarlo Manti sui danni provocati ad alcuni allevatori liguri da lupi e cani inselvatichiti.

Interrogazione con risposta immediata di Ezio Chiesa sulla realizzazione della “Gronda autostradale di Ponente”.

Interrogazione con risposta immediata di Sergio Scibilia sul distretto Peglia di Ventimiglia.

Interrogazione con risposta immediata di Marco Scajola, Matteo Rosso, Roberto Bagnasco, Raffaella Della Bianca, Roberta Gasco, Gino Garibaldi, Marco Melgrati, Luigi Morgillo, Franco Rocca e Alessio Saso sul ridimensionamento del sistema d’emergenza sanitaria dell’Asl 1.

Interrogazione con risposta immediata di Edoardo Rixi, Francesco Bruzzone e Maurizio Torterolo sui disagi dell’entroterra in seguito all’abolizione delle Comunità montane.

Interrogazione con risposta scritta di Raffaella Della Bianca e Marco Scajola sull’incarico di responsabile del Servizio prevenzione e protezione dell’Irccs San Martino-Ist.

Interrogazione con risposta scritta di Edoardo Rixi sulla promozione del fondo antico della Biblioteca Aprosiana di Ventimiglia.

Commissioni

III Commissione Salute e sicurezza sociale
Lunedì 21 novembre 2011, alle ore 10
Sala R6, piano S1 del Consiglio regionale
Via Fieschi 15, Genova
Ordine del giorno:

Audizione alle ore 10 con i rappresentanti del Comitato dei cittadini di Carignano e alle ore 10,30 con il Direttore generale dell’Ospedale Galliera in merito al progetto del nuovo Ospedale.

Audizione alle ore 11 con il professor Mauro Mazzei, ordinario di Clinica farmaceutica – Direttore Dipartimento di Scienze farmaceutiche Università degli studi di Genova, in merito alle problematiche relative alla cura della fibrosi cistica.

Disegno di legge 181: Ulteriori disposizioni di razionalizzazione del Servizio sanitario regionale e in materia di servizi sociali e di cooperazione internazionale – Merito.

IV Commissione Attività produttive
Lunedì 21 novembre 2011, alle ore 15
Sala R6, piano S1 del Consiglio regionale
Via Fieschi 15, Genova
Ordine del giorno:

Audizione dei presidenti regionali di Assobalneari Confindustria, Fiba Confesercenti, Cna Balneatori e Sib Confcommercio in merito alla situazione degli stabilimenti balneari liguri.

Disegno di legge 144: Valorizzazione dei prodotti agricoli provenienti da filiera corta e modifiche e integrazioni alla legge regionale 21 marzo 2007, numero 13 – Merito.

Proposta di legge 47 di Matteo Rosso: Norme per favorire la tutela, la promozione, la diffusione e il commercio degli oli e dei vini liguri di qualità – Articolo 83,1 – Merito – (II Commissione parere di compatibilità).

Proposta di legge 104 di Nicolò Scialfa: Norme per la promozione della filiera corta e valorizzazione dei prodotti agroalimentari liguri in attuazione del Decreto 20 novembre 2007 emesso dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali in funzione dell’articolo 1, comma 1065, della legge 27 dicembre 2006 numero 296, sui mercati riservati all’esercizio della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli –Merito – (II Commissione parere di compatibilità).

Proposta di legge 108 di Edoardo Rixi, Francesco Bruzzone e Maurizio Torterolo: Promozione dei prodotti tipici alimentari regionali e loro utilizzo nella ristorazione collettiva pubblica e privata – Articolo 83,1 – Merito – (II Commissione parere di compatibilità).

Proposta di legge 37 di Matteo Rosso: Norme per orientare e sostenere il consumo dei prodotti agricoli di origine regionale –Merito – (II Commissione parere di compatibilità).

VI Commissione Territorio e ambiente
Mercoledì 23 novembre 2011, alle ore 10,
con eventuale prosecuzione giovedì 24 novembre 2011, alle ore 11
Sala R6, piano S1 del Consiglio regionale
Via Fieschi 15, Genova
Ordine del giorno:

Ordine del giorno Aula 262 di Francesco Bruzzone, Edoardo Rixi e Maurizio Torterolo sulle opere di manutenzione del territorio agro silvo pastorale per la riduzione dei rischi alluvionali.

Ordine del giorno Aula 263 di Edoardo Rixi, Maurizio Torterolo, Francesco Bruzzone, Matteo Rosso e Aldo Siri sullo snellimento burocratico per agevolare interventi per la pulizia dei corsi d’acqua.

Ordine del giorno Aula 264 di Edoardo Rixi, Maurizio Torterolo, Francesco Bruzzone, Matteo Rosso e Aldo Siri sulla modifica del Regolamento regionale 3/2011 in materia di tutela dei corsi d’acqua.

Ordine del giorno Aula 265 di Edoardo Rixi, Maurizio Torterolo, Francesco Bruzzone, Matteo Rosso e Aldo Siri sulla previsione di adeguati stanziamenti da prevedere nel bilancio regionale per la difesa del territorio.

Ordine del giorno Aula 267 di Roberto Bagnasco, Matteo Rosso, Marco Scajola, Alessandro Benzi, Matteo Rossi, Ezio Chiesa, Armando Ezio Capurro, Michele Boffa, Aldo Siri, Edoardo Rixi, Nicolò Scialfa, Marco Limoncini e Antonino Miceli sulla deroga al Patto di stabilità per la realizzazione di opere che garantiscano la messa in sicurezza del territorio.

Ordine del giorno Aula 268 di Edoardo Rixi, Matteo Rosso, Lorenzo Pellerano, Aldo Siri e Alessio Saso: Ringraziamento agli “angeli del fango” e ai volontari intervenuti in aiuto della popolazione ligure colpita dagli eventi alluvionali dell’autunno 2011.

Ordine del giorno Aula 269 di Edoardo Rixi, Maurizio Torterolo, Lorenzo Pellerano, Aldo Siri, Roberto Bagnasco, Franco Rocca, Alessio Saso, Matteo Rosso, Marco Scajola e Francesco Bruzzone sull’audizione in VI Commissione dei responsabili degli enti che hanno avuto un ruolo attivo durante l’alluvione del 4 novembre 2011 a Genova.

Ordine del giorno Aula 270 di Alessandro Benzi, Lorenzo Basso, Maruska Piredda, Marco Limoncini, Massimo Donzella, Alessio Cavarra, Matteo Rossi, Ezio Chiesa, Giacomo Conti, Michele Boffa e Antonino Miceli sugli eventi alluvionali dell’autunno 2011 in Liguria.

(Gli otto argomenti sopra iscritti sono stati trasmessi alla Commissione, giusta decisione del Consiglio regionale del 14 novembre 2011, per approfondimenti)

Mozione 37 di Francesco Bruzzone, Edoardo Rixi e Maurizio Torterolo sul riordino delle aree protette dei parchi naturali regionali. (Trasmessa per approfondimenti, giusta decisione del Consiglio regionale del 28 giugno 2011).

I Commissione Affari generali, istituzionali e nomine
mercoledì 23 novembre 2011, alle ore 15.30,
Sala R6 piano S1 del Consiglio regionale Via Fieschi, 15 – Genova,
ordine del giorno:

Parere : Ente Parco Montemarcello Magra – scioglimento organi e nomina di un Commissario straordinario ai sensi dell’art. 31 l.r. 12/1995. – Art. 83, 1 – Merito -

Disegno di legge 191: Disposizioni collegate alla legge finanziaria 2012. – Art.40,1 – Collegati – ( Illustrazione del provvedimento )

Proposta di legge 176 (di iniziativa dei Consiglieri: Rosario Monteleone, Michele Boffa, Luigi Morgillo, Giacomo Conti, Francesco Bruzzone): Norme in materia di nomine di competenza della Regione. – Merito -

Alluvioni quali soluzioni

Gronda di Ponente

Chiesa: “Intervenire per prevenire il dissesto idrogeologico a seconda delle tipologie dei territori”

 Il consigliere regionale Ezio Chiesa (Gruppo Misto Liguria Viva) è intervenuto oggi pomeriggio durante il dibattito svoltosi in consiglio regionale in seguito agli eventi calamitosi che hanno colpito la nostra regione nelle settimane scorse.

“Problematiche diverse da zona a zona – afferma Chiesa -  che devono essere risolte con adeguati interventi”.

In molte aree dell’entroterra  le cause non vanno certo ricercate nell’eccessiva urbanizzazione.

“La poca presenza dell’uomo che progressivamente ha abbandonato l’agricoltura – afferma Chiesa – porta a veri disastri, con il collassamento di interi versanti. La mancanza di manutenzione dei boschi finisce per essere un elemento di frane e non di sicurezza per il territorio”.

Crollano intere pareti boschive anche a causa delle piante “morte in piedi”.

Bisogna intervenire per fare ringiovanire il bosco tagliando gli alberi vecchi e inserendo nuove piante.

Un tempo i rivi minori finivano per riempirsi d’acqua dopo diversi giorni, questo ora avviene poche ore dopo le piogge. In quei terreni l’acqua penetrava ed oggi non penetra più. In parte sono scomparsi gli scolmatori naturali quali gli acquedotti irrigui, ormai abbandonati oppure intubati, un grave errore.

L’unica soluzione: sistemare i “mezzi tubi” che permettono di raccogliere anche l’acqua piovana.

“L’acqua passa sopra il terreno, a causa del ruscellamento  – prosegue Chiesa – attraversa le piane e causa le frane”.

Non bisogna vietare nuove costruzioni, ma si deve obbligare i proprietari a mantenere in ordine il terreno circostante presidiando il territorio.

“Diverse invece le tematiche che riguardano la costa dove il territorio è fortemente urbanizzato – continua Chiesa -  fenomeno avvenuto negli ultimi cinquant’anni, al quale non è seguito un adeguamento delle tubature della rete bianca”.
 
Dovremo trovare soluzioni che tengano contro delle varie realtà,  risposte univoche per tutto il territorio potrebbero provocare solo ulteriori danni.

“Per quanto riguarda la viabilità provinciale  bisogna inoltre evidenziare che non ci sono più gli stradini che un tempo tagliavano l’erba e pulivano le cunette – conclude Chiesa – ma, invece, agiscono le frese “taglia erba” che fanno crollare muri che resistevano da oltre mezzo secolo”.
 
Le frese che rovinano i muri e i tombini pieni di foglie e terra, conseguentemente, provocano la fuori uscita dell’acqua sulla strada che finisce per provocare erosione, forse lavorare con pale e piccone aiuterà a cambiare rotta.

Genova, 14 novembre 2011

 

Esiti del referendum sull’acqua e sul nucleare

Caserme chiuse nel Tigullio e Golfo Paradiso