24 agosto 2012

Chiesa: “Verificare la correttezza del bando relativo ai posteggi del mercato di Chiavari”

 

Chiesa: “Verificare la correttezza del bando relativo ai posteggi del mercato di Chiavari”

 Il consigliere regionale Ezio Chiesa ha presentato stamani al presidente della giunta una interrogazione relativa al bando per l’assegnazione di posteggi per il mercato di piazza Mazzini predisposto dal Comune di Chiavari nel luglio scorso.

Il bollettino ufficiale della Regione Liguria n° 30 del 25 luglio 2012 riporta il Bando per l’assegnazione di due posteggi in concessione decennale, predisposto dal Comune di Chiavari, presso il mercato che si svolge in piazza Mazzini tutti i giorni dal lunedì al sabato. Bando in scadenza proprio in questi giorni.

La circolare 3/2010 per l’applicazione della direttiva servizi Bolkestein pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Liguria n° 31 del 4 agosto 2010 prevede, tra l’altro, che in attesa dell’approvazione dei criteri previsti dal comma 5 dell’articolo 70 del d.lgs 59/2010 siano rispettati una serie di parametri.

 In modo particolare  le concessioni in essere alla data dell’8 maggio 2010 (entrata in vigore del d.lgs. 59/2010) devono considerarsi valide fino alla scadenza del termine decennale già previsto. Al termine, si procederà al rinnovo delle medesime tenendo conto dei criteri che saranno determinati nell’atto elaborato con intesa in sede di Conferenza Unificata

Inoltre le concessioni in scadenza nel periodo compreso tra l’8 maggio 2010 e l’approvazione dei suddetti criteri saranno prorogate secondo le disposizioni regionali vigenti, fino all’approvazione delle disposizioni transitorie di cui all’art. 70, comma 5, citato.

 Infine le concessioni nuove e relative autorizzazioni possono essere rilasciate applicando la vigente normativa regionale e secondo i criteri vigenti.

Per i suddetti  motivi il consigliere Chiesa chiede di sapere se il bando predisposto dal Comune di Chiavari rispetta la normativa vigente e in particolare le disposizioni della circolare 3/2010 emanate dalla Regione Liguria e, in caso contrario, quali provvedimenti intende adottare affinché tali norme siano rispettate.

 Genova, 24 agosto 2012

Chiesa: “Eliminare i privilegi degli ex consiglieri regionali”

 

Chiesa: “Eliminare i privilegi degli ex consiglieri regionali”

 

 

 

Il consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Viva) durante la dichiarazione di voto  relativa all’assestamento di bilancio ha preannunciato la presentazione di un ordine del giorno al fine di limitare l’uso del posteggio gratuito nell’area di sosta G3 in via D’Annunzio.

 

A fronte della manovra nazionale fatta dal Governo Monti in tema di speding review la Regione Liguriadeve adeguarsi al fine di reperire risorse finanziarie tagliando sulla “carne viva” dei cittadini.

 

E’ opinione del consigliere Chiesa che i consiglieri regionali, come del resto i parlamentari, concluso il mandato non devono godere di favoritismi di nessun genere escluso il vitalizio maturato, al quale hanno contribuito con loro versamenti.

 

Attualmente il Consiglio Regionale dispone dell’area di sosta G3  che oltre i consiglieri in carica viene utilizzata in modo gratuito soprattutto da ex consiglieri regionali.

 

Chiesa sottolinea l’importanza, come messo in evidenza dagli organi di stampa, di porre fine in tempi brevi a questi privilegi che contribuiscono a creare un sempre maggiore distacco tra i cittadini e i loro rappresentanti in seno alle istituzioni.

 

 

Genova 7 agosto 2012

 

 

Chiesa: “Valide le ragioni dei cacciatori che non condividono il calendario venatorio predisposto dalla giunta”

Chiesa: “Valide le ragioni dei cacciatori che non condividono il calendario venatorio predisposto dalla giunta”

 

 

Nelle settimane scorse il consigliere Chiesa aveva partecipato a riunioni delle associazioni venatorie e di cacciatori particolarmente critici rispetto al calendario proposto dalla giunta.

 

In tale contesto è emerso con forza la determinazione delle associazioni e dei cacciatori preoccupati del forte attacco al mondo venatorio da parte di molti che si richiamano al mondo ambientalista.

 

La volontà emersa dai cacciatori e dalle Associazioni venatorie era quella di avere un calendario venatorio similare a quello approvato lo scorso anno.

 

Per queste ragioni il consigliere Ezio Chiesa (Liguria Viva) ha condiviso gli emendamenti presentati dal collega Bruzzone relativi al calendario dell’esercizio venatorio per l’anno 2012/2013 che è stato approvato in data odierna dal consiglio regionale.

 

Il consigliere Chiesa nel motivare il voto di astensione ha affermato che il calendario approvato non soddisfa le esigenze dei cacciatori e delle associazioni venatorie e nello stesso tempo non lo mette al riparo da eventuali ricorsi e impugnazioni.

 

Genova, 7 agosto 2012

 

 

 

Non Stop del consiglio regionale

Inizia stamane la “maratona” del consiglio regionale destinata a protrarsi sino a mercoledì. In discussione una serie di provvedimenti legati al bilancio dell’ente. In approvazione anche il calendario venatorio regionale per la stagione 2012/2012. Sarà presente il consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Viva)

Acqua e Rifiuti: Idv Udc Sel e Federazione della Sinistra condividono gli emendamenti presentati da Chiesa ora tocca Pd

 

Acqua e Rifiuti:  Idv Udc  Sel e Federazione della Sinistra condividono gli emendamenti presentati da Chiesa ora tocca Pd

 

Chiesa: “Le Associazioni dei Consumatori e due

rappresentati del  Forum Italiano dei movimenti per l’acqua devono fare parte del tavolo di concertazione per migliorare il servizio idrico integrato e la gestione integrata dei rifiuti”

 

 

 

Durante la riunione della VI Commissione Regionale Territorio e Ambiente dove era in discussione il disegno di legge presentato dalla giunta in merito alla “Disciplina transitoria per la gestione dei servizi pubblici ambientali”, il consigliere Ezio Chiesa (Liguria Viva) ha presentato ben otto emendamenti condivisi da buona parte della maggioranza escluso il Pd.

 

La maggior parte delle proposte sono state firmate dai consiglieri Matteo Rossi (Sel), Alessandro Benzi (Fds), Marco Limoncini (Udc), Maruska Piredda (Idv) e Stefano Quaini (Idv).

 

I componenti della Commissione  hanno condiviso che a fare parte del tavolo di concertazione istituzionale costituito al fine di garantire l’uniformità e il miglioramento della gestione del servizio idrico integrato e della gestione integrata dei rifiuti  sia composto anche  “da due rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori e da due rappresentati del  Forum Italiano dei movimenti per acqua, tale funzione sarà svolta a titolo onorario e gratuito”.

 

Chiesa ha presentato inoltre un emendamento affinché  gli Ambiti Territoriali Ottimali garantiscano piena attuazione all’esito referendario dello scorso anno, firmato da Rossi, Benzi, Limoncini, Piredda e Quaini.

 

L’emendamento prevede l’inserimento del seguente articolo nel disegno di legge: “In considerazione dell’esito referendario relativo all’abrogazione dell’art. 154 comma 1 del Decreto Legislativo 152/2006, limitatamente alla parte dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito, gli ambiti territoriali dovranno scorporare dalle tariffe la quota di remunerazione del capitale investito dal gestore unico entro e non oltre trenta giorni dall’entrata in vigore della presente legge. Nel caso in cui gli ambiti territoriali non provvedano nel suddetto termine perentorio, la Regione nominerà, sentito il Comitato Italiano per il Forum dell’acqua, un Commissario ad acta che svolgerà tale funzione a titolo onorario e gratuito”.

 

Tra le altre proposte avanzate da Chiesa e condivise dai cinque consiglieri quella che, nel caso la Regione assegni risorse per il Servizio idrico integrato provenienti da Fondi europei, nazionali e regionali, il 5% venga destinato al Comuni che gestiscono in proprio tale Servizio.

 

Per quanto riguarda l’Ato i consiglieri hanno firmato anche l’emendamento che consente l’adesione facoltativa per i Comuni già rientrati nelle Comunità Montane, con popolazione sino a 3000 abitanti.

 

Limoncini, Piredda e Quaini, infine,  hanno sottoscritto l’emendamento che prevede per i Comuni con popolazione inferiore a diecimila abitanti la possibilità di gestire autonomamente il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani uniformandosi, ad esclusione delle tariffe, alle direttive  stabilite in via generale dall’ATOO.

La Commissione controlli affronta il tema ex Stoppani

La VII^ Commissione Regionale Controlli affronta stamane, ore 10.00, l’argomento della Stoppani di Cogoleto e le problematiche inerenti l’attività di bonifica. Previsto un incontro con il direttore della Asl 3 Genovese Corrado Bedogni, il direttore scientifico dell’Arpal Rossella D’Acqui e il vicecommissario alla bonifica Cecilia Brescianini. Sarà presente il consigliere Ezio Chiesa (Liguria Viva)

Regione: oggi si parla di Università

 Regione: oggi si riuniscono la V^ e VI^ Commissione. Alle 10.00 la V^ Cultura, Formazioni e Lavoro discute del Programma triennale di sviluppo e sostegno all’Università. Nel pomeriggio, 15.00, la VI^ Territorio e Ambiente esamina il disegno di legge riguardante disposizioni in materia di valutazione ambientale strategiva. Sarà presente il consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Viva).

Regione: si torna a parlare di acqua

Oggi si riuniscono due Commissioni regionali. Alle 10.00 la VI^ Territorio e Ambiente. In discussione due disegni di legge predisposti dalla giunta. Il primo riguarda i Programmi regionali di intervento strategico per agevolare la realizzazione delle grandi opere infrastrutturali attraverso la ricerca della coesione territoriale e sociale. A seguire la disciplina transitoria per la gestione dei servizi pubblici ambientali. Disegno di legge che ha visto la settimana scorsa il consigliere Ezio Chiesa (Liguria Viva) presentare una serie di emendamenti. Nel pomeriggio, alle 15.00, si riunisce la II^ Commissione Programmazione e Bilancio. Si parla, tra l’altro, dell’assestamento di bilancio della Regione Liguria per l’anno finanziario 2012.