31 maggio 2013

Chiesa: “Variante Settembrin, troppi ritardi”

 

Chiesa:  “Variante Settembrin, troppi ritardi”

 

Chiesa: “Il cantiere è fermo e versa in condizioni di abbandono”

 

Il consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Viva) ha presentato una interrogazione urgente alla giunta per sapere se i lavori relativi alla variante del Settembrin in Val Graveglia sono stati sospesi.

“A seguito di una verifica sul posto effettuata nei giorni scorsi – afferma Chiesa – il cantiere risulta fermo e in condizioni di abbandono”.                                                                                                                                                   

I problemi maggiori riguardano  il terzo lotto finanziato con fondi FAS e Fir.

 

“Nel febbraio 2013 abbiamo assistito  alla posa in opera  dello scheletro portante solo del primo dei due ponti previsti – afferma Chiesa – mentre lo scheletro del secondo  rimane posizionato sulla sponda del torrente Graveglia  dove il crono programma dei lavori indica, tra l’altro, una variante viaria sopraelevata di tre metri e mezzo rispetto alla zona d’argine del torrente, ma ad oggi la strada è lontana ad essere completata”.

 

La variante del Settembrin  prevede il completamento di  III lotti funzionali: I° lotto 1.050.000,00 euro (interventi dal  Km 0+000 al Km 1+000, lavori di eliminazione strettoia e realizzazione rotonda); II° lotto 2.000.000,00 euro  (realizzazione nuovo ponte di S. Lucia Km 1+100); III° lotto 6.479.000,00 euro (completamento dell’opera con realizzazione di altri due ponti sul torrente Graveglia  e il relativo assetto viario;

Anche il primo lotto,  relativo all’adeguamento strutturale del nodo viario creato dall’incrocio della Sp. 26 con la Sp. 33 e stato realizzato, solo provvisoriamente, con l’inserimento di una rotonda composta da new jersey di plastica, contenenti acqua, la cui definizione finale avverrà solo alla conclusione del terzo lotto.

Genova, 31 maggio 2013

Regione: tiene banco la sanità

Due le Commissioni regionali in programma nella giornata odierna. Alle 10.00 si riuniscono i componenti della Commissione salute e sicurezza sociale per ptroseguire la discussione in merito agli attuali assetti organizzativi dellI’RCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino – Ist. Nel pomeriggio la IV^ Commissione Attrività Produttive affronta il disegno di legge predisposto dalla giunta riguardante la sospensione temporanea della presentazione del Durc (Documento unico di regolarità conmtriobutiva) da parte degli operatori del commercio sulle aree pubbliche, vedi ambulanti e altri. Sarà presente Ezio Chiesa (Liguria Viva).

Oggi consiglio regionale

L’odierna giornata del consiglio regionale è dedicata alle interrogazioni presentate dai vari consiglieri.

Regione: Commissioni al lavoro

Due le Commissioni regionali previste nella giornata odierna. Al mattino riunione della III^ Sanità che prevede l’audizione del presidente dell’associazione Papa Separati Liguria. Nel pomeriggio si riunisce la IV^ Attività Produttive per discutere alcune proposte di legge presentate dai consiglieri e disegni di legge predisposti dalla giunta.

Si riunisce la Commissione Pari Opportunità

In data odierna il presidente Maruska Piredda ha convocato la Commissione Pari Opportunità per discutere la proposta di risoluzione, ai sensi dell’articolo 129, comma 2 del Regolamento interno, recante interventi conseguenti alle problematiche relative alla partecipazione ed attività sportive da parte dei portatori di handicap.

In Commissione si parla di sport e film

La V^ Commissione regionale Cultura, formazione e lavoro affronta stamane la discussione sul  disegno di legge presentato dalla giunta riguardante alcune modifiche al testo unico della normativa in materia di sport e la legge regionale che disciplina la diffusione dell’esercizio cinematografico, istituzione Film Commission regionale e istituzione mediateca regionale.

Chiesa: “Ennesimo rinvio per la legge elettorale”

 

            Chiesa: “Ennesimo rinvio per la legge elettorale”

 

 

La  I^ Commissione Affari Generali nella seduta odierna ha deciso l’ennesimo rinvio della discussione sulle proposte di legge avanzate dai vari consiglieri regionali relativi alla nuova legge elettorale.

 

Il rinvio è stato deciso su richiesta del Partito Democratico per dare la possibilità a se stesso e ad altri di avanzare, nelle prossime settimane, ulteriori proposte e nell’intento di addivenire ad una proposta di legge condivisa.

 

Già nelle settimane precedenti era stato deciso un rinvio, prima di una settimana e poi di quindici giorni, per consentire ad altri gruppi, oltre al Pdl, Liguria Viva e Italia dei Valori, di presentare delle proposte di legge.

 

La Commissione ha deciso in modo unanime che la modifica della legge elettorale, nel caso non si raggiunga l’accordo in Commissione, sarà comunque portata all’attenzione del consiglio regionale entro la fine di giugno.

 

“Resta comunque l’impressione – afferma Chiesa – che si cerchi di perdere del tempo”.

 

Genova, 15 maggio 2013

 

 

 

 

Commissioni: si torna a parlare di legge elettorale

Due le Commissioni regionali previste nella giornata odierna. Al mattino la VI^ Territorio e Ambiente discute il regolamento recante norme per la gestione dell’elenco regionale del volontariato di protezione civile e anticendio boschivo.  Attesa, nel pomeriggio, la riunione della I^ Affari Generali che affronta, tra l’altro, la discussione riguardante le nuove norme per l’elezione del Consiglio regionale. Sul tavolo sono presenti tre proposte: la prima, riconducibile al gruppo del Pdl; la seconda avanzata dal consigliere Ezio Chiesa (Liguria Viva) e infine la terza presentata da Maruska Piredda (Italia dei Valori). Le proposte se pur con modalità diverse tendono ad eliminare il “listino” che, con la norma in vigore, permette a sette consiglieri di maggioranza di essere eletti senza passare attraverso il giudizio dei cittadini.