25 febbraio 2015

Chiesa: “Frane, ancora disagi per gli abitanti delle valli Aveto e Sturla, situazione inaccettabile”

“Ancora una volta, oggi, quanti provengono dalle valli Aveto e Sturla sono costretti a viaggi estenuanti se vogliono raggiungere la costa e i posti di lavoro a seguito dell’ennesima frana avvenuta sulla provinciale 586”.

Dall’autunno scorso in diverse occasioni la strada è stata interrotta a causa di frane e smottamenti.

 “A fronte di quanto accaduto pare evidente che la Città Metropolitana non può limitarsi a mettere in sicurezza la carreggiata garantendo il passaggio dei veicoli, ma deve intervenire in modo definitivo al fine di evitare che episodi del genere non abbiamo a ripetersi”.

Quanto accaduto prima in località La Squassa e in seguito per ben due volte nel comune di Carasco solo per un caso fortuito non ha provocato vittime.

“Non bisogna aspettare che ci scappi il morto – prosegue Chiesa – prima di  eseguire opere che non sono più procrastinabili”.

La provinciale 586 soprattutto nel tratto compreso tra Carasco e Borzonasca è diventato un “percorso di guerra ad ostacoli”,buche,smottamenti a valle e a monte,guard rail divelti sono una costante alla quale gli automobilisti che percorrono quotidianamente la strada sono ormai abituati.

“In più di un’occasione, purtroppo senza essere ascoltato, ho chiesto in Regione – conclude Chiesa – che parte dei finanziamenti Fas 2007 – 2013 non utilizzati fossero impiegati per prevenire i troppi dissesti idrogeologici presenti nel Tigullio diventati inarrestabili”.

Genova,25 febbraio 2015

Regione la I^ Commissione si riunisce al mattino e pomeriggio

La I^ Commissione Affari regionale si riunisce in data odierna al mattino e poi al pomeriggio. Nella seduta antipemeridiana sarà chiamata a discutere in merito alla riforma della legge elettorale regionale. Puoi leggere l’ordine del giorno dei lavori cliccando a fianco: I^ Commissione del 25 febbraio m..Possibile la prosecuzione pomeridiana per affrontare gli argomenti che erano stati precedentemente iscritti all’ordine del giorno: I^ Commissione del 25 febbraio p

In Regione Liguria Viva diventa Liguria Cambia

Nasce in Regione il Gruppo Consiliare Liguria Cambia

Nasce in Regione il gruppo consiliare “Liguria Cambia”: Il Sindaco di Imperia Carlo Capacci Presidente del movimento “Liguria Cambia”, assieme al consigliere regionale Armando Ezio Capurro, professore universitario di economia, e al consigliere regionale Ezio Chiesa, ex assessore regionale alle infrastrutture, danno vita al gruppo Regionale “Liguria Cambia”, anche in vista delle prossime consultazioni regionali. La finalità è quella di creare un forte soggetto civico capace di coinvolgere da ponente a levante, amministratori capaci e esponenti della società civile, Il prof. Capurro è stato, in passato, anche sindaco di Rapallo a capo di una lista civica. Liguria Cambia è il nuovo soggetto politico amministrativo capace di portare una ventata di efficienza  e di buona amministrazione nel Governo della Regione Liguria.
Da oggi Liguria Cambia, oltre a portare le proprie istanze all’ interno del Consiglio Regionale, lavorerà per redigere le linee programmatiche che ritieniamo caratteristiche del nostro movimento (meno burocrazia, riduzione della distanza tra cittadino e politico, riduzione delle spese regionali mediante riorganizazione della struttura Regionale, elaborazione di una visione di sviluppo economico ed infrastrutturale a medio lungo termine per la nostra Regione).


Regione: giornata dedicata al Consiglio

E’ fissato per stamane il Consiglio Regionale chiamato ad affrontare l’ordine del giorno che puoi leggere cliccando a fianco: Consiglio Regionale del 24 febbraio

Chiesa: “Garantire la sicurezza a quanti risiedono nell’entroterra”

“La Regione Liguria intervenga presso gli organi competenti e in modo particolare nei confronti del  Governo affinché siano assicurate strutture, uomini e mezzi sufficienti a garantire l’incolumità dei cittadini”.

Il consigliere regionale Ezio Chiesa ha presentato oggi una interrogazione urgente al presidente della giunta Claudio Burlando a seguito di  quanto accaduto nei giorni scorsi in Valle Sturla  che evidenza come l’entroterra del Tigullio sia diventato con sempre maggiore frequenza la residenza di persone atte a delinquere.

“A fronte di episodi particolarmente gravi come quelli recentemente accaduti  - spiega Chiesa – è evidente anche una recrudescenza  per quanto attiene episodi di criminalità minore quali furti nelle abitazioni”.

Nonostante l’impegno delle forze dell’ordine e in modo particolare dell’ Arma dei Carabinieri da sempre insostituibile baluardo a salvaguardia dell’entroterra,si deve registrare la chiusura di caserme e una sempre minore disponibilità di personale.

“La popolazione locale in buona parte composta da persone anziane e pendolari vive con grande apprensione una situazione di potenziale pericolo – conclude Chiesa –  che influisce in modo determinante nella qualità della vita del nostro entroterra dove i disagi sono già evidenti, per questo motivo bisogna intervenire”.

Genova,23 febbraio 2015

Regione: la settimana inizia con la I^ Commissione

L’ultima settimana di febbraio inizia con la convocazione della I^ Commissione Affari Generali nella quale si parla di riforma della legge elettorale regionale. Clicca a fianco per leggere l’ordine del giorno:I^ Commissione Affari Generali del 23 febbraio

Chiesa: Che fine ha fatto il tunnel Rapallo – Fontanabuona ?

“Burlando dica quali iniziative intende intraprendere nei confronti del ministro delle Infrastrutture affinché sia predisposto il progetto definitivo del traforo Rapallo – Fontanabuona  e quali reali possibilità ci sono per ottenere altresì i finanziamenti necessari alla realizzazione dell’opera”.

Questo la richiesta rivolta dal consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Viva) al presidente della giunta Claudio Burlando in merito ad un’opera della quale si parla ormai da troppo tempo senza purtroppo approdare a risultati concreti.

“Ricordo ancora  quando nel marzo 2010 Burlando consegnò al sindaco di Cicagna la penna che avrebbe dovuto essere restituita il giorno in cui sarebbe stata siglata l’intesa da Regione e Governo per realizzare il tunnel – spiega Chiesa – il tempo ormai stringe la penna deve essere usata prima della fine della legislatura”.

Chiesa ricorda come la  Regione Liguria tra le opere infrastrutturali strategiche ha sempre ritenuto prioritaria la realizzazione del traforo e,al riguardo,  attraverso i fondi Fas la Regione Liguria ha stanziato 25 milioni di euro di cui circa 2,5 milioni sono stati concessi al fine di predisporre  il progetto.

“In occasione della visita ai cantieri del Terzo Valico del ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi avvenuta a Genova il 25 luglio scorso, il presidente della giunta regionale – conclude Chiesa – aveva ribadito la necessità di arrivare da parte di Spea Ingegneria Europea, società del Gruppo Autostrade per l’Italia alla predisposizione e conseguente presentazione del progetto definitivo entro la fine del 2014”.

Ad oggi il progetto non è stato ancora presentato rendendo così vane le legittime aspirazioni di quanti abitano in Val Fontanabuona e Val d’Aveto che vedono nella realizzazione del tunnel l’unica possibilità di rilancio del territorio.

 Genova,20 febbraio 2015

Chiesa: presentato il bilancio 2014 di Liguria Viva

Ecco il bilancio presentato dal consigliere regionale Ezio Chiesa del Gruppo Misto – Liguria Viva