Articoli in Evidenza

<< >>

Chiesa: “Esco da Liguria Cambia troppo appiattita sulla Paita”

Chiesa: “Esco da Liguria Cambia troppo appiattita sulla Paita” Il consigliere regionale Ezio Chiesa in data odierna ha rassegnato le dimissioni da socio dell’associazione Liguria Cambia in quanto non condivide la linea politica assunta nelle ultime ore. Scrive Chiesa al presidente dell’associazione Carlo Capacci: “Sono giunto a tale conclusione visto l’esito delle trattative in merito [...]


Capurro Chiesa: “Ecco la verità sull’abolizione del listino”

  Capurro Chiesa: “Ecco la verità sull’abolizione del listino” Visto le dichiarazioni dell’assessore Raffaella Paita occorre fare il punto  su quanti,con i fatti,si sono adoperati durante la legislatura per l’abolizione del listino e quanti,invece,si sono adoperati solo a parole. Il consigliere Ezio Chiesa e il collega Armando Ezio Capurro sono stati tra i primi,già nel [...]


Chiesa: “Il Pd conferma l’arroganza degli ultimi anni”

  Chiesa: “Il Pd conferma l’arroganza degli ultimi anni” Coerentemente agli impegni assunti durante le primarie quando avevo sostenuto la candidatura di Sergio Cofferati,il sottoscritto,insieme agli amici di Liguria Cambia,era pronto a ricercare un percorso condiviso nel sostenere il candidato indicato dal Pd uscito vincitore,non senza polemiche,dalle primarie.  “Purtroppo ancora una volta – spiega il [...]


Regione: di scena la IV^ Commissione

Conclusi con un giorno di anticipo, rispetto al calendario previsto, i lavori del Consiglio Regionale è oggi in programma la IV^ Commissione della quale puoi conoscere l’ordine del giorno cliccando a fianco: IV^ Commissione del 27 marzo


Regione: di scena le variazioni di bilancio

Nella giornata odierna prevista la riunione della II^ Commissione programmazione e bilancio che discuterà il seguente ordine del giorno:II^ Commissione 20 marzo


Regione: giornata “no stop” per le commissioni

La legislatura volge al temine e le commissioni consiliari si riuniscono a ritmo incessante. La giornata odierna ne prevede ben tre. Si parte alle 10 con la riunione della V^ Cultura e Formazione Lavoro, questi gli argomenti trattati: V^ Commissione del 19 marzo. Si prosegue alle 11.30 con la III^ Salute e Sicurezza Sociale che affronterà i seguenti argomenti: III^ Commissione del 19 marzo. Nel pomeriggio è invece la volta della IV^ Attività Produttive che prevede il seguente orine del giorno: IV^ Commissione del 19 marzo


Chiesa: “Depuratore di Lavagna, non prendere per oro colato quello che dice Iren”

 “Credo sia opportuno non limitarsi  a prendere per oro colato l’indagine presentata da Iren, bisogna interpellare altri soggetti per capire bene se il depuratore unico comprensoriale del Tigullio è la sola strada percorribile”.

Il consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Cambia) interviene a seguito della notizia che Iren, dopo aver effettuato un’indagine  per quanto riguarda la depurazione delle acque nel Tigullio orientale,  propende  per il depuratore unico.

“Spesso si parla di conflitto di interesse – prosegue Chiesa -  mai così evidente come in questo caso, Iren, ovviamente, preferisce realizzare il depuratore unico per un mero calcolo aziendale, però non dobbiamo mai dimenticare che l’impianto sarà realizzato con finanziamenti pubblici e soprattutto attraverso le tariffe che pagano i cittadini”.

Spesso la “gatta frettolosa fa i gattini ciechi”, bisogna intervenire in tempi brevi per risolvere il problema della depurazione delle acque nel Tigullio, ma deve essere dimostrato che il depuratore unico sia la panacea di tutti i mali come asserito da Iren.

“Credo opportuno promuove una manifestazione di interesse tra aziende del settore per conoscere <costi e ricavi> relativi l’adeguamento dei tre depuratori esistenti, proposta avanzata tra l’altro da diversi amministratori locali – conclude Chiesa –  e il depuratore unico comprensoriale, prima di assumere delle decisioni”.

In passato Iren ha già ottenuto in <house> l’affidamento, per trent’anni, della gestione del servizio idrico integrato  scelta che non dovrà essere fatta per quando riguarda la realizzazione del nuovo depurato comprensoriale o l’adeguamento delle strutture esistenti.

 


Regione: mercoledì dedicato alle Commissioni

La giornata di mercoledì è interamente dedicata al lavoro delle Commissioni Consiliari. Al mattino convocazione della VI^ Territorio e Ambiente; questi gli argomenti trattati: VI^ Commissione del 18 marzo, mentre nel pomeriggio sarà la volta della I^ Affari Generali; clicca a fianco per leggere l’ordine del giorno dei lavori:I^ Commissione derl 18 marzo


Chiesa: “Tunnel Rapallo – Fontanabuona , lievitano i costi e non ci sono certezze sui finanziamenti”

Chiesa: “Tunnel Rapallo – Fontanabuona , lievitano i costi e non ci sono certezze sui finanziamenti”

Il consigliere regionale Ezio Chiesa (Liguria Cambia) ha esposto stamane in aula l’interrogazione relativa alla realizzazione del tunnel Rapallo – Fontanabuona.

 

“In occasione della visita ai cantieri del Terzo Valico del ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi avvenuta a Genova il 25 luglio scorso,  – afferma Chiesa – il presidente Claudio Burlando aveva ribadito la necessità di arrivare da parte di Spea Ingegneria Europea, società del Gruppo Autostrade per l’Italia alla predisposizione e conseguente presentazione del progetto definitivo entro la fine del 2014”.

 

Data che non è stata rispettata in quanto siamo ormai a marzo inoltrato, Chiesa ha ricordato inoltre come nel marzo 2010 Burlando consegnò al sindaco di Cicagna la penna che avrebbe dovuto essere restituita il giorno in cui sarebbe stata siglata l’intesa da Regione e Governo per realizzare il tunnel.

 

“Il tempo ormai stringe – prosegue Chiesa – sarà difficile che quella famosa penna sia usata prima della fine della legislatura”.

 

Nella replica l’assessore alle Infrastrutture Raffaela Paita ha dichiarato come  il progetto che prevede una lievitazione dei costi rispetto a quanto previsto in passato, circa 270 milioni di euro a fronte dei 220 annunciati precedentemente, sarà presentato quanto prima in Fontanabuona nonostante la campagna elettorale per le prossime regionali sia già iniziata.

 

“Indipendente dalla presentazione e dal costo dell’opera – ha concluso Chiesa – credo che il nodo da sciogliere continui ad essere quello relativo ai finanziamenti,  l’unico modo certo per realizzare l’opera  resta il collegamento del tunnel Rapallo – Fontanabuona alle opere compensative alla Gronda di Ponente, infrastruttura sulla cui realizzazione continuano a manifestarsi da parte della Società Autostrade perplessità a causa dell’elevato costo”

 

Genova, 17 marzo 2015


Regione: oggi di scena l’assemblea legislativa

Come di consueto la giornata di martedì è dedicata al Consiglio Regionale, puoi conoscere l’ordine del giorno dei lavori cliccando a fianco:Consiglio region ale del 17 marzo


Regione: la settimana inizia con la Commissione Ambiente

La settimana inizia con la convocazione della Commissione Territorio e Ambiente, puoi conoscere le pratiche all’ordine del giorno cliccando a fianco:VI^ Commissione del 16 marzo


Chiesa: “Acqua pubblica, il no della Corte Costituzionale non ferma la battaglia per consentire ai Comuni di gestire l’intero ciclo idrico delle acque”.

 Chiesa: “Acqua pubblica, il no della Corte Costituzionale non ferma la battaglia  per consentire ai Comuni di gestire l’intero ciclo idrico delle acque”.

 Chiesa: “Ora tocca al parlamento in tempi brevi la sua parte”

 La sentenza emessa dalla Corte Costituzionale ha finito per dare ragione al Governo che aveva deciso di impugnare la legge regionale n° 1 riguardante la riforma dell’Ato, e in modo particolare l’articolo 10 che attribuisce ai Comuni già appartenenti alla Comunità Montane con popolazione inferiore o uguale a tremila residenti la possibilità di gestire in autonomia il servizio idrico integrato.

“Purtroppo la Corte Costituzionale ha deciso che spetta al parlamento – spiega Ezio Chiesa (Liguria Cambia) che al momento  dell’approvazione della legge sull’Ato  aveva fatto inserire un emendamento che prevedeva tale possibilità – decidere in materia”.

Una battuta d’arresto che potrà essere superata visto che le due proposte di legge presentate in parlamento “Misure per il sostegno e la valorizzazione dei Comuni con popolazione pari o inferiori a 5000 abitanti”, primi firmatari Realacci (Pd) e Terzoni (Movimento Cinque stelle) sono già state unificate in un testo base e sono in discussione presso le Commissioni riunite, V^ e VIII^, della Camera dei Deputati.

“Il testo unificato, all’articolo 11, recepisce in toto il contenuto dell’ articolo della legge regionale, oggi bocciato dalla Corte Costituzionale  – conclude Chiesa -   la norma permette ai Comuni già appartenenti alla Comunità Montane con popolazione inferiore o uguale a tremila residenti la facoltà di gestire in autonomia il servizio idrico integrato”.

Non a caso, nella sentenza, la Corte Costituzionale non entra nel merito della legittimità del provvedimento, ma indica soltanto che trattasi di materia di competenza dello Stato e pertanto spetta solo al Parlamento  apportare eventuali modifiche.

Genova, 13 marzo 2015